La pastorizia e l’agricoltura rappresentavano le principali fonti di sostentamento della popolazione carnica. I lavori agricoli erano affidati essenzialmente alle donne e si svolgevano in modo assai primitivo mentre. la vita pastorale ebbe il suo massimo sviluppo sulle malghe. In museo sono esposti gli attrezzi per la lavorazione del latte, una ricca collezione di campanacci per bovini e caprini, contenitori di vario tipo, una serie di bastoni da pastore e i codârs (portacote).

Gerla della val Tagliamento

Zangola (Forni di sopra)