La religiosità ha sempre rivestito un ruolo di fondamentale importanza per il popolo carnico, infatti ogni aspetto della quotidianità era permeato da un forte simbolismo religioso. In Museo sono raccolte numerose manifestazioni legate alla religiosità.

Le raganelle che, nella Settimana Santa sostituivano le campane per richiamare la gente in chiesa;

Raganelle per la settimana santa

un’arca battesimale usata per trasportare i neonati fino alla chiesa in caso di freddo e maltempo;

Arca battesimale per due bambini (Prato Carnico)

una scultura lignea duecentesca raffigurante il Redentore

Statua lignea del redentore (zovello)

le acquasantiere, i veli da calice ed altre statue di santi.